“L’impero dei draghi” di Valerio Massimo Manfredi

I raggi del sole nascente bagnarono le vette del Tauro, i picchi innevati si tinsero di rosa, scintillarono come gemme sulla valle dell’ombra. Poi il manto lucente cominciò a distendersi lentamente sui gioghi e sui fianchi della grande catena montuosa risvegliando dai boschi la vita addormentata. Le stelle impallidirono. Il falco si librò per primo in alto a salutare il sole, e le sue strida acute echeggiarono sulle pareti rupestri e sulle forre, sugli aspri dirupi fra cui scorreva spumeggiante il Korsotes, gonfiato dallo sciogliersi delle nevi.

260 d.C.

Nel periodo cosiddetto della “crisi del III secolo” sono molti gli imperatori di Roma che si susseguono alla guida dell’Impero. Principalmente comandanti acclamati dalle proprie truppe, sono a maggior ragione i più esposti agli intrighi e agli attentati.
Non sfugge a questa sorte Valeriano, in Anatolia a combattere contro i Persiani. Catturato in un’imboscata insieme ad una delegazione di fidatissimi soldati, muore di stenti mentre è prigioniero del re Shapur I. I suoi uomini invece, guidati dal comandante Aquila, riescono rocambolescamente a salvarsi e a vagare per il deserto asiatico. Si spingono ad est, sempre più ad est, laddove non credevano neanche esistesse ancora il mondo, ma hanno un desiderio: tornare a casa. Un uomo promette di aiutarli, purché loro gli facciano da scorta fino in Cina. I Romani in Cina: è da questa idea che si sviluppa il romanzo di Manfredi, ispirata da alcuni dati archeologici e storiografici suggestivi e da una domanda che in molti, studiosi e appassionati, si fanno: cosa sarebbe successo se l’impero romano e quello cinese si fossero incontrati?

Un grazie a Marina, autore dell’articolo


Per approfondire

Plinio il Vecchio. Naturalis historia,VI,54

2 COMMENTS

  1. Un affascinante romanzo che riprende alcune note nelle cronache cinesi che parlano di guerrieri disciplinati e pesantemente armati apparsi ai loro confini occidentali…quella che alcuni ritengono la legione perduta.

LEAVE A REPLY