“L’alienista” di Caleb Carr

8 gennaio 1919
Theodore è sottoterra.
Scrivo queste parole e mi sembrano senza senso, così come l’immagine della sua bara calata in una fossa di terra sabbiosa vicino a Sagamore Hill, il luogo che più amo nella vita. Lì, oggi pomeriggio, nel freddo vento di gennaio che soffiava dal Long Island Sound, pensavo fra me che doveva essere uno scherzo, che di lì a poco avrebbe forzato il coperchio e ci avrebbe folgorati con il suo straordinario sorriso, assordandoci con un’acuta risata.

New York di fine ‘800.
Un delitto efferato che ha come vittima un giovane travestito, il cui corpo mutilato viene ritrovato in un vicolo della città americana.
Laszlo Kreizler, giovane alienista, viene convocato dal capo della polizia newyorkese, Theodore Roosevelt, colui che diventerà prima governatore dello stato di New York e successivamente presidente degli Stati Uniti. Roosevelt gli chiederà di indagare sugli omicidi, e Kreizler lo farà seguendo il suo metodo e coordinando un piccolo gruppo di insoliti e originali investigatori.


Per approfondire

Henry Freeman. Theodore Roosevelt: A Life from Beginning to End

 

LEAVE A REPLY