“La palude degli eroi” di Marco Salvador

C’è un momento della vecchiaia nel quale smetti di guardare avanti: temi di scorgere la morte venirti incontro. Da tempo ne odi i passi, sempre più vicini e pesanti; alle volte risuonano così forte da coprire perfino il gioioso mugolare di chi ti gattona attorno preparandosi a prendere il tuo posto.

I Da Romano. La famiglia, il clan che per decenni fu padrone della marca trevigiana e di gran parte dell’Italia nord orientale. E lui, colui che Federico II considerava il suo miglior condottiero e il più fedele tra i sodali, Ezzelino da Romano. Ghibellino, avversario del papato, uomo dai molti nemici. Attraverso il racconto di Guido, figlio adottivo di Alberico da Romano, conosceremo gli ultimi, tragici giorni di questa famiglia e dei suoi componenti, e avremo un affresco intenso e colto del mondo della marca trevigiana, del Patriarcato di Aquileia, del Friuli della seconda metà del ‘200. Feudatari, vicinie che si difendono e prosperano, scontri tra clan rivali, le consuetudini e gli obblighi vassallatici raccontati in maniera superba. E lieve, ma sempre presente, il ricordo di antichi guerrieri, i longobardi sconfitti dai franchi di Carlo Magno, i guerrieri morti nella Palude, la palude degli Eroi.


Per approfondire

Antonio Perria. Ezzelino da Romano e i suoi tempi

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY