“Il segreto della Torre di Londra” di C.J. Sansom

Sotto gli alberi era buio e solo un debole chiaro di luna filtrava attraverso i rami mezzi spogli. Sul terreno, uno spesso strato di foglie morte; gli zoccoli dei cavalli non facevano rumore e non era facile dire se fossimo ancora sulla strada. Prima Barak l’aveva definita una strada da schifo, bofonchiando ancora una volta quanto barbara fosse quella contrada in cui l’avevo portato

Metà del XVI secolo, Inghilterra.
L’avvocato gobbo Matthew Shardlake segue la visita ufficiale del Re, Enrico VIII, nel Nord dell’ Inghilterra per ricevere la sottomissione dei nobili delle contrade dopo le tumultuose ribellioni degli anni precedenti.
Partecipa poiché l’arcivescovo Thomas Cranmer gli ha ordinato di condurre vivo alla Torre di Londra il cospiratore Edward Broderick. Ma arrivato a York egli dovrà come sempre indagare su dei fatti alquanto strani, ben più pericolosi del previsto.
Ancora una volta Matthew Shardlake indaga su omicidi e nefandezze che nascondono ben più del semplice atto sullo sfondo della visita ufficiale del Re nel Nord Inghilterra; infatti, immerso nell’ipocrita mondo della corte, si ritroverà a fronteggiare i suoi segreti che potrebbero avere conseguenze disastrose

Un grazie a Shardan, autore dell’articolo.

 

LEAVE A REPLY