“I dodici abati di Challant” di Laura Mancinelli

L’uomo che saliva a cavallo tra i boschi verso il castello di Challant mostrava di conoscere bene i sentieri perché li trovava senza alcuna difficoltà pur sotto la spessa neve dell’inverno precoce che aveva coperto tutta la vallata. Eppure era straniero.

Il Marchese Alfonso, signore del castello di Challant, prima di morire lascia in eredità il suo maniero al duca di Mantova, a condizione che questi viva per sempre in castità. A vigilare sul gravoso impegno vengono incaricati dodici abati che resteranno nel castello insieme all’erede, alla bellissima Marchesa Isabella, e al misterioso Venafro. Un racconto curato e realistico ha l’originalità di unire la storia alla letteratura medievale, in particolare i romanzi cortesi, dando vita a una trama quasi da fiaba, che ti trasporta in un antico passato fatto di intrighi, di sentimenti umanissimi e con un colpo di scena finale inaspettato.

Scritto da Ugo Nasi, autore de “Le pagine perdute”


Per approfondire

a cura di Luca Giarelli. I signori delle Alpi. Famiglie e poteri tra le montagne d’Europa


Compra il romanzo in una libreria, possibilmente indipendente, in alternativa puoi valutarne l’acquisto su Amazon cliccando qui

 

COMMENTA

Please enter your comment!
Please enter your name here