15 giugno 1802, a bordo della Hèros. Avere levato l'ancora con la marea del mattino è stato un sollievo. Le voci di nuovi disordini hanno reso gli ultimi giorni in porto terribilmente inquieti: forse si prepara una rivolta ben più grave, scatenata dalla deportazione del capo brigante Toussaint, nostro passeggero e prigioniero. 1791, Haiti. Mentre nella madrepatria i cesti dei boia si riempiono di teste aristocratiche e la rivoluzione è...
Mattina del 5 agosto 1300, nelle paludi ad ovest di Firenze. Avevano abbandonato i cavalli accanto a un casolare, sulla via di Pisa, sotto il sole già alto. Di lì si erano diretti verso il letto del fiume, che scorreva a un paio di leghe, invisibile tra i canneti e le macchie di vegetazione palustre. La piccola colonna arrancava da oltre due ore sul terreno intriso d'acqua. Estate del 1300. Dante...
Due giorni prima dell'investitura di Marco Tullio Cicerone a console di Roma, il corpo di un ragazzino venne tratto dalle acque del Tevere vicino al punto in cui era ormeggiata la flotta da guerra repubblicana. In altre circostanze una simile scoperta, per quanto tragica, non avrebbe attirato l'attenzione di un console designato. Alla vigilia del suo consolato l'oratore e uomo politico Marco Tullio Cicerone assiste a una scena raccapricciante, il corpo...
Martin d'Orlhac aveva il fiatone. La montagna era ripida, il calore quasi insopportabile. La vegetazione, per quanto foltissima, offriva un riparo insufficiente. Invidiava padre Jean Baptiste le Pers che, avvezzo a quei climi, percorreva il sentiero con disinvoltura, tenendo alta la tonaca nera e riuscendo a schivare i sassi troppo grossi o troppo arrotondati. Caraibi, 1697. I Fratelli della costa, pirati e fuorilegge, erano i padroni dei mari. In passato...
All'alba del 19 febbraio 1861. La spessa foschia allargava in cielo un biancore diffuso di lana qua e là sfilacciata. E a un tratto il velo si era sfilato, tirato su dalla scena al soffio dell'aria. In lontananza, le ville isolate attorniate da ulivi e vigneti e i palazzi all'ombra di folti palmizi. Palermo, ai bordi del golfo, si stagliava contro il cielo violaceo sdraiata nel suo pigro abbandono. In...
Muli: razza maledetta e traditrice. Ancora una volta aveva dovuto smontare dalla sua cavalcatura, là dove la mulattiera si faceva sentiero e il sentiero si faceva scala di pietre. Imprecava contro la bastarda, ma era soprattutto per dimenticare la paura e i pensieri più foschi. Era peste? Sarebbe stata peste? Per la prima volta la fiducia che i villani riponevano in lui gli diede un senso di fastidio Una canzone...