Un tronco intero ardeva nel camino sul suo letto di brace incandescente. Le vetrate dalla tonalità verdastra ad alveoli lasciavano filtrare il giorno di marzo avaro di luce. Immobile sul seggiolone di quercia con la spalliera sormontata dai tre leoni d’Inghilterra, la regina Isabella fissava senza vederli i bagliori del focolare, il mento appoggiato al palmo. Aveva ventidue anni.  Agli inizi del XIV secolo Filippo IV è il sovrano più temuto e rispettato...
Mattina del 5 agosto 1300, nelle paludi ad ovest di Firenze. Avevano abbandonato i cavalli accanto a un casolare, sulla via di Pisa, sotto il sole già alto. Di lì si erano diretti verso il letto del fiume, che scorreva a un paio di leghe, invisibile tra i canneti e le macchie di vegetazione palustre. La piccola colonna arrancava da oltre due ore sul terreno intriso d'acqua. Estate del 1300. Dante...
Praga, 24 dicembre 1363. Nessun dolore. La punta delle dita sulla pelle, come una lumaca senza bava, per sentire fin dove avesse lasciato pe­netrare i ganci. L’inverno si insinuava sotto le unghie, e i polpastrelli diventavano marmo. Allora si arrestavano, si sfregavano le mani, alitavano sulle dita, riprendevano. La pelle sotto la luna assumeva i riflessi bluastri delle squame delle lucertole. Ne estrassero alcuni. Tra i polpastrelli una sensazione di appiccicoso....
Villanova di Pordenone nell'anno Domini 1265 avrà avuto sì e no duecento abitanti. Erano quasi tutti contadini e lavoravano i campi dei feudatari; gli altri erano artigiani o soldati. Tutto da quelle parti apparteneva ai feudatari, la terra, i boschi, le paludi, gli stagni, i viottoli di campagna e le scarse strade di terra battuta. Odorico ha pochi anni quando il padre, costretto da un incidente che può diventare tragedia,...
Messere, il 12 gennaio dell'anno del Signore 1305, voi con altri cavalieri templari avete preso parte a un'azione di estrema crudeltà contro un uomo innocente, nella speranza di carpirgli un segreto che avrebbe potuto rendervi immortale, oltre ad arricchirvi oltre misura. Non eravate neppure certo che fosse in possesso di tale segreto, ma ciò nonostante l'avete torturato orribilmente e infine ucciso, senza indurlo a confessare. 1311. Bologna. Lo studium della...
Ora il vento è cessato. Fuori nevica: i fiocchi danzano nell’aria e scendono lenti, coprendo le vie con un manto candido. La città è avvolta nel silenzio e le giornate si sono fatte brevi: come le nostre vite. La morte è nell’aria e si aggira ovunque. Viene così spesso a bussare alle porte delle case che è ormai familiare. Ha il volto della peste, che chiamano nera. Iacopo, mercante figlio...