Home Libri Medioevo

Medioevo

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati tra la caduta dell'impero romano d'Occidente (476 d.C.) e la scoperta dell'America (1492 d.C.).

Messere, il 12 gennaio dell'anno del Signore 1305, voi con altri cavalieri templari avete preso parte a un'azione di estrema crudeltà contro un uomo innocente, nella speranza di carpirgli un segreto che avrebbe potuto rendervi immortale, oltre ad arricchirvi oltre misura. Non eravate neppure certo che fosse in possesso di tale segreto, ma ciò nonostante l'avete torturato orribilmente e infine ucciso, senza indurlo a confessare. 1311. Bologna. Lo studium della...
Villa de la Navidad, venerdì giorno quattro del mese di gennaio. Ieri sono partite le navi. La scialuppa dell'Ammiraglio è stata l'ultima a lasciare la spiaggia, allo spuntar del sole, e non era ancora trascorso il tempo di tre clessidre che le due caravelle hanno spiegato le vele cominciando ad allontanarsi. Mi sembra ancora di vederle ancorate nella baia, a meno di un braccio dalla catasta di legnami che abbiamo...
Mentre attraversavamo il fiume Oise, stormi di corvi erano calati gracchiando sulle rive. Osservandoli, i barcaioli avevano sentenziato: “il vento cambia”. Così era stato. Durante la notte il soffio gelido dell’Orsa aveva cacciato l’alito umido del Serpente mutando il gocciolo della neve dai tetti e dai rami in lunghi ghiaccioli aguzzi. Al mattino , la fanghiglia era indurita; cedeva appena, cricchiando sotto i piedi. Anno 751 d.C. Evaldo ha solo 14...
Il giorno in cui le strade del pisano e del veneziano si incrociarono fu segnato dalla sorte. Vi furono innumerevoli segni premonitori e uno di essi si presentò sotto forma di una bella merda, senza dubbio umana, nella quale il pisano, arrampicatosi sul tetto del Palazzo del Mare grazie alla propria audacia e alla negligenza dei guardiani, affondò generosamente la scarpa. 1298, Genova. Rustichello da Pisa, escrivain du Roi, come...
Un lampo accecante, una vampata negli occhi: il cielo si era incendiato. Un gelo improvviso gli trapassò le ossa, una vertigine di fuoco gli lacerava le tempie. I cipressi attorno a lui si rovesciarono, come riflessi in un mare di sangue. “Là, se sapeste, al pozzo del Ferrone...” Il giovane famiglio accorso per avvertirlo non fece in tempo a finir la frase. A cavallo a tra 300 e ‘400 l’oriente...
I bambini vennero presto per assistere all'impiccagione. Era ancora buio quando i primi tre o quattro uscirono furtivamente dai casolari, silenziosi come gatti nei loro stivali di feltro. Uno strato di neve fresca copriva il paese come una nuova mano di colore e le loro orme furono le prime a intaccarne la superficie immacolata. Passarono tra le casupole di legno camminando sul fango ghiacciato delle viuzze e raggiunsero la piazza del...