Home Libri Età moderna

Età moderna

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati tra la scoperta dell'America (1492 d.C.) e la rivoluzione francese (1789 d.C.)

“Venezia, novembre 1747. Sono morta. Non perché il soffio della vita abbia abbandonato le mie spoglie mortali, rese grevi e appesantite dal morbo, ma perché mi sto appressando a una fine ben più dolorosa della morte. Io, che attraverso lo sguardo ho fatto fiorire le carte, ho donato il volo alle aspettative senza ali dei miei committenti, ho trasformato uomini in dei e donne in regine, ho reso umani principi...
Avevano portato anche i bambini, perchè un giorno lo raccontassero a figli e nipoti. Dopo molti tentativi, l'asta finì per mettersi dritta. Il Palo della Libertà. Un tronco di betulla, pulito e levigato alla buona. Un groviglio di corda. Un rettangolo di stoffa rossa tagliato da una coperta. La bandiera del Congresso continentale. 1775, America del Nord. Un nuovo mondo dove la  convivenza multiculturale, il meticciato creato negli ultimi decenni da Sir...
Emerse dal vento. Enigma ed eresia. Un uomo in un mantello colore della notte, su un cavallo da guerra colore del granito. Un viandante. Nient'altro che un viandante in nero. Guerra dei trent'anni. Wulfgar, personaggio che abbiamo avuto modo di conoscere nel primo capitolo della trilogia, continua il suo cammino attraverso il fetore dei corpi straziati, dei villaggi bruciati, della Guerra Eterna. Con lui, al suo fianco, la sua nemesi, Rehinardt Von Dekken, principe di Kragberg. Nuovamente...
Mi trovavo nel Surrey in missione per conto di Lord Thomas Cromwell, quando arrivò la convocazione. Le terre di un monastero dissolto erano state assegnate a un membro del Parlamento del cui appoggio Lord Cromwell aveva bisogno, e i documenti che sancivano il titolo di proprietà di alcuni terreni boscosi erano spariti. Autunno del 1537 a Londra: l'avvocato gobbo Matthew Shardlake è costretto a lasciare Londra per eseguire un incarico...
Emerse dalla Tenebre.  Memento e incubo. Un uomo in un mantello colore delle ombre,  su un cavallo da guerra colore dell'acciaio. Un viandante. Nient'altro che un viandante in nero. Siamo nel XVII secolo, durante la Guerra dei Trent'anni. Guerra che diventa sterminio e crudeltà senza freni. Una guerra eterna, che non sembra avere fine. Libro che vede mercenari spaventosi, truci e senza morale, se non quella dello sterminio, attraversare le terre...
"Caro Juan, quando riceverai questa lettera, forse sarò già morto. O forse la voce del volgo, che viaggia più veloce delle parole dei signori e dei sovrani, ti avrà già raggiunto nella tua casa romana. Vorrei poter sperare nella prontezza di questa pergamena sigillata frettolosamente con la ceralacca. Vorrei poter credere nelle falcate dei cavalli spronati a sangue dai messi reali. Ma la voce della gente è come il vento che soffia...