Home Libri Età moderna

Età moderna

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati tra la scoperta dell'America (1492 d.C.) e la rivoluzione francese (1789 d.C.)

Quel giorno ci fu una corrida in Plaza Mayor, ma qualcosa guastò la festa al tenente delle guardie Martin Saldana. La donna fu rinvenuta strangolata all'interno di una portantina, davanti alla chiesa di San Gines con un borsello contenente cinquanta scudi e un biglietto scritto a mano, senza firma, che diceva: "Per pagarle qualche messa in suffragio." Spagna, XVII secolo. Il capitano Alatriste torna dopo il primo libro a lui dedicato. E...
E' una fortuna che quel pomeriggio era piovuto, perchè la terra morbida del vicolo attutisce il rumore dei suoi passi. La brezza umida proveniente dal Bosforo si infiltra tra le casupole gradualmente avvolte dall'oscurità trascinandosi dietro un olezzo acre di melma salata simile all'odore di un paniere di anguille. La notte si insinua nelle sordide viuzze; qua e là, luci tristi di lanterne si incrociano prima di sparire. Presto...
Maggio 1635, il 12 del mese. Quel pomeriggio il rispettabile Cornelis Van Deruick aveva chiuso il negozio prima del solito. I grani della clessidra non avevano ancora finito di scorrere che già il negoziante tirava il martelletto appeso sotto la campana e batteva tre colpi, segno che tutti dovevano sloggiare. «Fuori!» esclamò all’indirizzo di chi esitava vicino alla porta. Haarlem, 1635. Quando suo padre è partito per le Americhe in...
Il ragazzo sedeva davanti allo specchio in camera sua, una camera al secondo piano che dava su via dell'Anguillara a Firenze, intento a ritrarre le proprie fattezze di tredicenne: gote scarne dagli zigomi alti, fronte larga e piana, capelli neri ricciuti, occhi color dell'ambra con palpebre pesanti, ma ben distanziati. "Ho la faccia fuori sesto" pensò. "La fronte è troppo pronunziata rispetto alla bocca e al mento. Qualcuno avrebbe...
Sotto gli alberi era buio e solo un debole chiaro di luna filtrava attraverso i rami mezzi spogli. Sul terreno, uno spesso strato di foglie morte; gli zoccoli dei cavalli non facevano rumore e non era facile dire se fossimo ancora sulla strada. Prima Barak l'aveva definita una strada da schifo, bofonchiando ancora una volta quanto barbara fosse quella contrada in cui l'avevo portato Metà del XVI secolo, Inghilterra. L'avvocato gobbo...
Massiccio Fagaras, confini orientali d'Ungheria. Anno Domini 1540 La notte in cui i cavalieri scarlatti lo portarono via da tutto ciò che conosceva, e che avrebbe potuto conoscere, la luna piena era nello Scorpione, il suo segno di nascita; la sua incandescenza, quasi fosse governata dalla mano di Dio, divideva la valle in una metà oscura e in una metà di luce. Fu la luce a guidare i demoni fino alla...