Home Libri Età moderna

Età moderna

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati tra la scoperta dell'America (1492 d.C.) e la rivoluzione francese (1789 d.C.)

La morte arriva quando vuole. Silenziosa e improvvisa, a volte. Certo, spesso, inaspettata. Sante Rossetto, Alvise Vianello, Marco Scarpa, in quel giorno di densa foschia, stavano vogando con vigore, attraversando canneti e barene ai limiti della laguna. Alcuni informatori infiltrati in terraferma avevano segnalato la presenza di gruppi di irregolari che avrebbero potuto tentare di entrare in città sotto mentite spoglie. E' il 1508, Moses Conegliano guida un piccolo gruppo...
15 giugno 1802, a bordo della Hèros. Avere levato l'ancora con la marea del mattino è stato un sollievo. Le voci di nuovi disordini hanno reso gli ultimi giorni in porto terribilmente inquieti: forse si prepara una rivolta ben più grave, scatenata dalla deportazione del capo brigante Toussaint, nostro passeggero e prigioniero. 1791, Haiti. Mentre nella madrepatria i cesti dei boia si riempiono di teste aristocratiche e la rivoluzione è...
Quella mattina avevo lasciato la mia dimora di Chancery Lane presto per recarmi alla Guildhall, il Palazzo delle corporazioni, dove dovevo discutere un caso in cui rappresentavo il consiglio comunale. Sebbene su di me incombesse il pensiero della tragica questione di cui avrei dovuto occuparmi al ritorno, mi godetti almeno un po' la frescura delle prime luci del giorno, mentre cavalcavo lungo una Fleet Street assai tranquilla Estate del 1540...
Muli: razza maledetta e traditrice. Ancora una volta aveva dovuto smontare dalla sua cavalcatura, là dove la mulattiera si faceva sentiero e il sentiero si faceva scala di pietre. Imprecava contro la bastarda, ma era soprattutto per dimenticare la paura e i pensieri più foschi. Era peste? Sarebbe stata peste? Per la prima volta la fiducia che i villani riponevano in lui gli diede un senso di fastidio Una canzone...
Il ragazzo sedeva davanti allo specchio in camera sua, una camera al secondo piano che dava su via dell'Anguillara a Firenze, intento a ritrarre le proprie fattezze di tredicenne: gote scarne dagli zigomi alti, fronte larga e piana, capelli neri ricciuti, occhi color dell'ambra con palpebre pesanti, ma ben distanziati. "Ho la faccia fuori sesto" pensò. "La fronte è troppo pronunziata rispetto alla bocca e al mento. Qualcuno avrebbe...
Roma, 26 febbraio, Anno Domini 1500 Una macchia scarlatta sull’arenaria del fiume. A ogni passo prendeva contorni, definendosi nella luce incerta dell’alba. Un mantello rosso avvolgeva il corpo di una donna. Era il cadavere di una giudea. Tiberio di Castro fu assalito da un brivido. Non era il freddo che lo faceva fremere. Nonostante la giovane età, aveva sviluppato un’insolita familiarità con la morte, con i suoi colori e il suo odore...