Home Libri Età moderna

Età moderna

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati tra la scoperta dell'America (1492 d.C.) e la rivoluzione francese (1789 d.C.)

Clementissime Domine, cuius inenarrabilis est virtus Questa mattina Sua Santità mi ha chiamato a leggergli sant'Agostino, mentre il medico applicava unguenti e balsami al suo culo purulento; uno in particolare, a quanto pare preparato con piscio di vergine ( dove avranno scovato una vergine a Roma?) e con un'erba rara proveniente dall'hortus siccus privato di Bonet de Lattes, il protomedico ebreo del Papa, puzzava in modo abominevole. Il romanzo è ambientato...
La Taverna del Turco Non sarà forse stato l'uomo più onesto e neanche il più caritatevole della terra, ma era un uomo valoroso. Si chiamava Diego Alatriste y Tenorio e aveva combattuto come soldato nei vecchi battaglioni di fanteria durante le guerre delle Fiandre. Madrid, XVII secolo. Morto il padre, il giovane Iñigo Balboa diventa il paggio di Diego Alatriste, ex soldato dell'esercito spagnolo, abile e valoroso spadaccino al servizio di chi...
Colonie britanniche ribelli d’America, 24 dicembre 1775 Col primo sole del mattino, troppo debole per sciogliere il gelo, il capitano Elias Mitchell degli Indipendents vide alzarsi lentamente la nebbia. Sotto quel bianco fumante, scorse i berretti neri e le giacche rosse dei soldati nemici. Avanzavano in silenzio da ogni parte, ma il capitano dei ribelli era più stupito che spaventato. Tutto ha inizio da un omicidio, quello dell’ingegnere Taddei in uno...
Emerse dalla Tenebre.  Memento e incubo. Un uomo in un mantello colore delle ombre,  su un cavallo da guerra colore dell'acciaio. Un viandante. Nient'altro che un viandante in nero. Siamo nel XVII secolo, durante la Guerra dei Trent'anni. Guerra che diventa sterminio e crudeltà senza freni. Una guerra eterna, che non sembra avere fine. Libro che vede mercenari spaventosi, truci e senza morale, se non quella dello sterminio, attraversare le terre...
La tempesta si avventò su di lui. Ne avvertì il morso a fondo, e comprese che sarebbero tutti morti se non avessero toccato terra entro tre giorni. Troppe morti in questo viaggio, pensò. Sono pilota-maggiore di una flotta di morti. Di cinque navi ne era rimasta una, di centosette uomini di equipaggio ne sopravvivevano ventotto, dei quali ormai solo una decina in grado di camminare. Gli altri - e...
Muli: razza maledetta e traditrice. Ancora una volta aveva dovuto smontare dalla sua cavalcatura, là dove la mulattiera si faceva sentiero e il sentiero si faceva scala di pietre. Imprecava contro la bastarda, ma era soprattutto per dimenticare la paura e i pensieri più foschi. Era peste? Sarebbe stata peste? Per la prima volta la fiducia che i villani riponevano in lui gli diede un senso di fastidio Una canzone...