Home Libri Antichità

Antichità

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati dalla scoperta della scrittura alla caduta dell'Impero romano d'Occidente (476 d.C.)

Corinto, 342 a.C. Secondo anno della CVIII Olimpiade L’uomo arrivò poco dopo il tramondo quando le ombre cominciavano ad allungarsi sulla città e sul porto. Avanzava a passo svelto portando a tracolla una bisaccia, e si volgeva intorno di tanto in tanto con una certa aria apprensiva. Si fermò nei pressi di un’edicola di Persefone, e il lume che ardeva davanti all’immagine della dea ne rivelò l’aspetto. Sicilia, IV secolo a.C. L’Isola...
"Rovi e spine!", gridava il ragazzo a squarciagola, come un pazzo. I soldati lo inseguivano urlando: zelota, sporco ebreo, prendetelo! Lei assisteva alla scena dall'atrio che conduceva alle stanze di suo padre: lo vide prendere prima una direzione, poi un'altra, via via che i soldati, qualcuno anche a cavallo, si riversavano dalla montagna sulla strada principale e comparivano allo scoperto dai vicoli laterali. Lo prenderanno, pensò, lo picchieranno a...
Nicomedia, 22 maggio 337 d.C. Il vento, che sa di sale. E la luce dell'alabastro delle finestre. L' impero, là fuori, con il cuore in gola. E' il tramonto. La fine di una vita intera. Costantino fissa la porpora gettata sul pavimento, la veste bianca che ha indosso, leggera come lo scirocco. Guarda le proprie mani. Mani che hanno stretto il mondo, ora buone a malapena per aggrapparsi alla sedia...
Roma, anno 772 ab Urbe Condita ( anno 19 dopo Cristo) Le torce erano già state spente da un pezzo, e la grande domus sul Viminale giaceva immersa nel buio abbraccio della notte. Appiattito contro la parete del peristilio, l'uomo si guardò attorno con fare furtivo e avanzò cautamente all'ombra del colonnato, attento a non far scricchiolare i sandali. Giunto davanti all'ingresso, trasse un lungo sospiro e occhieggiò attraverso il...
Hrothmund cavalcava lungo le linee dei suoi soldati, tentando di spronarli in ogni modo. Urlava che gli Angli meritavano ogni palmo di quell’isola, raggiunta dopo navigazioni lunghe e stremanti, e che nessuno poteva permettersi di sottrarre terre e ricchezze alla sua gente. Ricordava che le legioni si erano ritirate da tempo e che non ci sarebbe mai stata la vendetta di un qualche Imperatore Il romanzo è ambientato nella Britannia...
L'uccello era morto. Giaceva sul fianco in fondo al cesto di vimini con gli occhi vitrei e incavati. Toccandolo, gli sentii le penne ancora calde. Ma era una giornata afosa. L'avevo trovato alla base del muro del giardino, con un'ala spezzata e il becco aperto. Ansimava. Non si dibatté quando lo raccolsi. Immaginai che qualche monello, dalla strada, l'avesse colpito con un sasso. Charis, figlia di un ricco e nobile...