Home Libri Antichità

Antichità

All'interno della categoria tutti i romanzi ambientati dalla scoperta della scrittura alla caduta dell'Impero romano d'Occidente (476 d.C.)

Anno 682 ab Urbe condita. Porta Capena, Roma La prima punta d'ombra lambisce il quadrante delle meridiane. I sette colli si affacciano al nuovo giorno accarezzati dai raggi del sole. Roma si accende. Un giovane schiavo sta trasportando tre anfore di bronzo. Il suo padrone gli ha ordinato di consegnarle a un commerciante alle porte di Roma, sulla via Appia. Lo schiavo supera Porta Capena: ai margini della strada, subito dopo...
Il ruggito della folla si intromise nei pensieri di Giulio Varro, distraendolo dall'opera di storia che da anni moriva dalla voglia di affidare alla carta. Nella distesa sabbiosa dell'anfiteatro di Antiochia che si apriva ai suoi piedi, prigionieri di guerra ebrei venivano aizzati l'uno contro l'altro, a coppie di due, uno armato e l'altro disarmato. 71 d.C, Antiochia Il questore Giulio Varro viene chiamato da Gneo Collega, governatore  della provincia di...
"Padraig!" Alzai lo sguardo. Breogan, il mio scrivano, mi correva incontro attraverso i campi, agitando scompostamente le braccia, con la veste marrone e i capelli rossi scompigliati dal vento. Lo ignorai, concentrandomi ulteriormente sul mio lavoro. "Padraig!" urlò di nuovo. Pronunciò il nome in modo infernale, alla maniera gaelica. Irlanda, V secolo d.C. Il giovane Patrizio, bretone di origine romana, viene catturato e portato in Irlanda come schiavo all'età di...
Britannia, IV secolo. Nelle profondità di un lago si nasconde il magico metallo che diventerà la spada di Artù. Il primo capitolo della saga de "Le cronache di Camelot". Gaio Publio Varro, veterano delle legioni africane, al termine di una lunga carriera militare torna nella sua terra natale, la Britannia. E' l'anno del signore 369 quando a seguito di una grave ferita, costretto a lasciare l'esercito, decide di riprendere l'attività che fu dei...
Uno schiavo giovane valeva duecento dracme. Un cane molosso ben addestrato, cinquecento. E ben addestrato era il molosso che mordeva alle natiche, che consegnava il fuggiasco vivo e senza fratture. Per un'ordinanza dell'Assemblea, chiunque lasciasse nel proprio campo un molosso non legato, a meno di uno stadio dai luoghi di pubblico accesso, doveva pagare quindici dracme di multa. Atene, sotto il governo di Pericle, è nel periodo del suo massimo splendore. Ati,...
Roma, anno 772 ab Urbe Condita ( anno 19 dopo Cristo) Le torce erano già state spente da un pezzo, e la grande domus sul Viminale giaceva immersa nel buio abbraccio della notte. Appiattito contro la parete del peristilio, l'uomo si guardò attorno con fare furtivo e avanzò cautamente all'ombra del colonnato, attento a non far scricchiolare i sandali. Giunto davanti all'ingresso, trasse un lungo sospiro e occhieggiò attraverso il...